Formazione per gli “amici delle missioni”

Gli amici delle missioni

Il dialogo con i laici ed il loro coinvolgimento nella missionarietà della Congregazione e della Chiesa ha caratterizzato in modo sorprendente questi anni.
La nostra comunità si è arricchita di esperienze e di carismi diversi in uno scambio che, a tratti, ci ha fatto sentire comunità allargata, nel rifiorire di diversi modi per testimoniare il Vangelo ed il Carisma.

Sinteticamente il coinvolgimento è avvenuto secondo le seguenti categorie:

  • coinvolgimento giovanile ed esperienziale
  • i volontari stabili presso la sede della procura
  • i singoli e i gruppi aggregati
  • il coinvolgimento occasionale durante esperienze, incontri, confronti, iniziative, lavori

I singoli e i gruppi aggregati

Collaborano inoltre alla Procura delle Missioni : Persone individuali, Gruppi Miss Associazioni di volontariato che a vario titolo e/o con iniziative proprie contribuiscono alla realizzazione di progetti e/o iniziative in favore delle Missioni delle Suore delle Poverelle. Tutti sotto la denominazione:
Molti laici in questi anni si sono avvicinati all’attività missionaria della Congregazione, in forma singola o in forma associata. La provenienza di questi volontari è diversificata: laici e gruppi provenienti dai paesi di origine delle suore missionarie; laici e gruppi costituitisi sui progetti di adozione a distanza; volontari che hanno conosciuto l’attività attraverso i mezzi di comunicazione (volantini, progetti, internet, riviste, incontri; laici legati a tematiche di interesse specifiche (agricoltura, scuole, raccolta sangue) ecc.

Le singole persone che operano da soli e in silenzio per la raccolta fondi, riferiscono di aver trovato nella Procura un punto di relazione e di riferimento e di trovare nella Congregazione un interlocutore sicuro ed affidabile nell’universo oggi confuso della cooperazione internazionale.

La formazione e la animazione dei laici

La Procura ha offerto la possibilità di accompagnare i laici in un cammino di formazione, integrazione ed animazione, di crescita spirituale, e di approfondimento carismatico.
Si è costituito un cammino di formazione e di confronto continuo in un gruppo.
Si sono stabiliti cinque incontri, nell’arco dell’anno, in cui i volontari si ritrovano per la loro formazione missionaria dei quali l’ultimo incontro dell’anno è stato caratterizzato dalla festa.