Lombardia – BERGAMO CASA MADRE (BG)
A state permitting clear perception and understanding; the area that may be seen distinctly or resolved into a clear image.

Il nome stesso dice le origini e la vocazione di questa comunità: “Casa Madre”, luogo in cui si ritorna volentieri per  ri-trovare e ri-gustare le proprie origini; luogo da cui si riparte, anche per lidi lontani, con la forza e la fiducia di chi sa di trovare ovunque una “casa” e di potersi sentire ovunque “in famiglia”.

L’inizio è da far certamente risalire alla notte decisiva del 21/ 22 maggio 1869, quando Teresa Gabrieli, giovane e attempata maestra, compie nel segreto della notte la sua generosa, eroica offerta.

Sarà la prima Suora delle Poverelle e la prima Madre di una Casa che pian piano vedrà sorgere “filiali” un può dovunque, prima in Italia e poi in Africa e in America Latina.

Sede delle origini della nostra Congregazione, la casa ha visto molteplici trasformazioni e passaggi, mantenendo però quel non so che la fa percepire dalla Suore come “la propria casa”.

Da una prima casupola, situata su un ampio terreno comperato al Fondatore da mamma Antoine, è andata man mano allargandosi nel tempo, fino a coprire tutto lo spazio degli inizi, comperato ancora da don Luigi nel 1862 ed altri terreni acquisiti in seguito.

Come confini tre strade: Via S. Bernardino, Via Greppi e Via Don Luigi Palazzolo.

L’insieme del complesso risulta ora sede, oltre che di Casa Madre, della Comunità della Curia,  Procura Missioni e Casa di Cura. Oltre che gli ambienti della Scuola Palazzolo.

Gli ambienti per la Comunità di casa Madre in questi ultimi anni sono stati collocati tutti sui tre piani che danno su Via Greppi. Per la preghiera comunitaria le suore usano la bella chiesa, costruita nella sua parte centrale dal Palazzolo stesso e posta al centro del complesso più generale.

Alla comunità è affidato il prezioso servizio di far sì che ogni Suora delle Poverelle si possa qui “sentire di casa”. Prioritaria quindi è la disponibilità all’accoglienza sia di suore di passaggio, sia di quante abbisognano di esami o di cure presso il vicino ospedale.

Ancora, alla Comunità è chiesto il servizio di rendere possibili, familiari e belle le ricorrenze istituzionali e giubilari, in altre parole, le feste di Famiglia. Alcune suore della Comunità fanno anche da collegamento con la parrocchia, con il servizio domiciliare agli anziani e la catechesi. Alcune suore partecipano alla liturgia domenicale nella parrocchia cittadina di S. Paolo.

Avendo più di 140 anni di storia la casa e la comunità hanno avuto molte evoluzioni. Negli ultimi anni l’età e la salute delle suore ha richiesto di ridimensionare molto iniziative ed attese.

Visita “virtuale” delle nostre comunità

Seleziona dal menù sottostante la comunità che vuoi visitare e clicca su VAI per visualizzare la pagina collegata!