Lombardia – BERGAMO COMUNITÀ FORMATIVA DI CITTÀ ALTA (BG)

In origine la casa, di proprietà della famiglia Finardi, fu acquistata nel marzo del 1928 al prezzo di £. 300.000, pagate a rate nel giro di due anni e subito fu adibita ad accogliere suore ed orfani del Carmine. Così è scritto nella Cronaca della Congregazione:“Le Suore addette all’orfanotrofio del Carmine non potevano più rimanere in quella vecchia, ma pur tanto cara casa, ricca di tante memorie del Ven. Fondatore, perché quel Rev.mo Parroco voleva privarle di una parte di locale indispensabile alle Suore, per dar abitazione ad una famiglia secolare, togliendo alle orfane il necessario corridoio ed alle Suore la loro libertà. La Rev. Madre Generale cercò d’impedire ciò, offrendo al Rev. Parroco di aumentare l’affitto, ma egli fece intendere che a Lui le Suore avanzavano in quel momento. La Rev. Madre Generale fu addoloratissima; non insistette però, ma si limitò a pregarlo che pazientasse finché si trovasse una casa adatta per le Suore che avrebbe ritirato”.

La struttura – che si sviluppa su tre piani, con una splendida veduta su Città Alta –  proprio perché casa antica, è soggetta a vari vincoli e le ristrutturazioni sono sempre impegnative. A pianterreno, un ampio ingresso, la chiesina, delle sale per l’accoglienza e una cucinetta attrezzata per piccoli gruppi. Al primo piano, cucina e sala da pranzo e ambienti vari per la comunità. Al secondo e terzo piano, le camere.

La missione prioritaria è il servizio alle giovani in discernimento vocazionale e che intendono intraprendere una cammino di donazione tra le Suore delle Poverelle. La collocazione della casa vicino al Seminario e all’università facilita anche l’accesso a incontri e corsi di formazione ed offre opportunità di apostolato tra i giovani e di iniziative di pastorale vocazionale. Essendo la dimensione del servizio formativa per una Poverella, viene valorizzata anche la presenza pastorale delle giovani in formazione – e di alcune sorelle della comunità – nella catechesi parrocchiale, nella visita degli anziani e malati a domicilio, nella partecipazione attiva ai momenti liturgici della Cattedrale.

Il servizio della casa ha accumulato diverse trasformazioni: da orfanatrofio, a juniorato, a noviziato e postulato, a comunità giovanile e ancora a noviziato e juniorato, come è attualmente

Prioritario è per la Casa il servizio alla formazione iniziale per le giovani che bussano alla nostra Congregazione; le suore si rendono poi disponibili per pastorale giovanile e vocazionale in collaborazione con il Centro diocesano; nel limite del possibile anche per la pastorale catechistica e della carità della parrocchia della Cattedrale.

Visita “virtuale” delle nostre comunità

Seleziona dal menù sottostante la comunità che vuoi visitare e clicca su VAI per visualizzare la pagina collegata!