Lombardia – COMO (CO)

La “Casa della Giovane” sorge sulle rive del Lago di Como, accanto a Villa Olmo. La struttura, ampia e di origine antica, è di proprietà della Diocesi ed è posta sulla strada che porta verso la dogana di Chiasso. La Cappella, posta all’ingresso, è il luogo di preghiera per le suore e anche per le ospiti che lo desiderano.

Il 28 ottobre 1936 cinque Suore delle Poverelle, chiamate da mons. Gavazzali, davano il cambio a suore di un’altra Congregazione, assumendo il servizio nella “Protezione della Giovane”in Como.

Nella vecchia e amplissima casa iniziavano, accanto all’opera principale, numerose altre opere che il bisogno evidenziava. La casa pian piano veniva ristrutturata e organizzata in reparti diversi e separati così da offrire contemporaneamente accoglienza a: giovani di passaggio, alle lavoratrici, alle emigranti, alle studenti, alle turiste alle anziane a riposo, alle gestanti, alle madri con neonati, ai bimbi di pochi anni. Una grande famiglia dalle diverse età, che raggiungeva spesso le 200 presenze.

Per più di trent’anni ci fu nella casa la convivenza di tutte queste opere, poi con l’aiuto di don Giovanni Padovesi, confermata la scelta iniziale di “Protezione della giovane” si collocarono le altre persone nelle istituzioni apposite. Rimasero solo alcune anziane che prolungarono il loro soggiorno fino al 1985. Negli anni 87-88 la casa venne ristrutturata.

Dal settembre 1997 si è costituito un nuovo Comitato di gestione che, unitamente alle suore,  tenta di avviare risposte più mirate secondo le tipologie delle persone accolte e accompagna tutto ciò con considerevole miglioramento della struttura.

Attualmente la comunità è composta da 4 suore che abitano un appartamento accanto alla portineria. Le Suore collaborano con l’Ente Gestore per la conduzione della Casa della Giovane che accoglie insegnanti e lavoratrici provenienti da lontano.

Offrono alle ospiti della Casa momenti di animazione religiosa, accompagnamento ai Sacramenti, preghiera e formazione in collaborazione con l’assistente spirituale assegnato dal Vescovo. Dal 2007 al 2009 due suore della comunità a turno settimanale, trascorrono la sera e la notte in una comunità di accoglienza dei Padri della missione, per offrire ascolto e compagnia a donne in difficoltà segnalate dalla Caritas e dai Servizi Sociali.

Visita “virtuale” delle nostre comunità

Seleziona dal menù sottostante la comunità che vuoi visitare e clicca su VAI per visualizzare la pagina collegata!