Lazio – ROMA TIBURTINA (RO)

La Parrocchia di S. Romano Martire, situata alla periferia di Roma, nella zona Tiburtina, dove operano le suore delle Poverelle, è un popoloso quartiere di circa 16.000 abitanti. La maggior parte della popolazione residente qui a partire dagli anni ’50 è immigrata dal centro-sud in cerca di lavoro. Alcune di queste famiglie vivono ancora oggi in situazioni di povertà, disagio, emarginazione. Da qualche anno, l’immigrazione ha visto il crescere di nuclei di famiglie straniere, stabilirsi in case fatiscenti e povere, subaffittate. Molti gli anziani soli, abbandonati e malati. Gli studenti universitari sono un numero considerevole, data la vicina sede universitaria “La Sapienza”; soffrono per la lontananza della famiglia, vivono disagi economici per i costi della casa e degli studi. Gravita nel quartiere un numero cospicuo di persone immigrate clandestine, che dormono nei vagoni dismessi della stazione o sotto i ponti delle sopraelevate e di alcuni rifugiati politici. Le risorse presenti sono riconoscibili nei diversi volti di volontari e nelle varie espressioni associative.

L’inizio della presenza e del servizio delle Poverelle in questa parrocchia risale all’ottobre 1995. Dapprima, con un’esperienza di condivisione presso la Casa di Accoglienza in via Galla Placidia, successivamente con la costituzione della comunità, in un piccolo appartamento al quinto piano di un grande condominio di Largo Beltramelli. Da qualche anno, la comunità si è trasferita e abita nella nuova struttura parrocchiale, un complesso adiacente alla nuova chiesa, al secondo piano del complesso parrocchiale, mentre al primo piano vi sono spazi per la catechesi, un ampio teatro, mensa e cucina dei poveri, spazi per il Centro Caritas.

Il campo di servizio delle suore, sempre di supporto e testimonianza, non di responsabilità, spazia dagli anziani, malati, famiglie in difficoltà, emergenze, poveri, giovani ed adolescenti, alla Caritas, ai Centri d’Ascolto e alla distribuzione del pasto caldo alla Stazione Tiburtina.

Le suore operano in collaborazione con i volontari nel Centro di Ascolto Caritas, che si occupa anche della distribuzione pacco viveri e vestiario, nella preparazione e distribuzione della cena settimanale alla Stazione Tiburtina, per la mensa del sabato, nella catechesi ai piccoli Scout, come sostegno ad anziani, mamme con bambini, famiglie, adulti soli e minori in difficoltà, nella catechesi. Una suora è inserita nei vari gruppi parrocchiali, non come responsabile in prima persona, ma come presenza propositiva, soprattutto per quanto riguarda la dimensione spirituale.

Visita “virtuale” delle nostre comunità

Seleziona dal menù sottostante la comunità che vuoi visitare e clicca su VAI per visualizzare la pagina collegata!