Lazio – ROMA LA STORTA (RO)

La Storta è una zona periferica di Roma; si trova al 17° Km della Via Cassia, in direzione Viterbo e appartiene al Comune di Roma e alla Diocesi di S. Rufina, una Diocesi con una storia molto antica: risale infatti agli inizi della cristianità, quando gli apostoli e, tra loro, S. Pietro, sbarcarono a Porto S. Rufina nei pressi di La Storta dove fondarono le prime comunità, espandendosi poi da lì in tutta Europa. Nel 1950 la popolazione a La Storta era di circa 35.000 abitanti, attualmente sono diventati 400.000: questo forte incremento dice chiaramente il cambiamento avvenuto in questa zona della città di Roma. La Parrocchia di cui fa parte la comunità delle suore delle Poverelle conta circa 12.000 fedeli.

L’inizio della presenza delle Poverelle risale al 17 ottobre 1972.

La casa è situata in una zona abbastanza isolata dal traffico, lontana quindi dai rumori. È circondata da un ampio giardino con piante e fiori. È  disposta su tre piani, una zona è riservata alle suore residenti, gli altri spazi per gli ospiti: una quarantina di camere con bagno, una sala per conferenze e la chiesa. Il seminterrato è adibito a camere con letti a castello per ospitare gruppi di giovani o i pellegrini di passaggio. Limitrofa all’abitazione delle suore, è ubicata una “casetta” che ha avuto nel tempo diversi utilizzi. Ora vi abitano alcune ragazze studenti o lavoratrici.

Questa casa ha avuto sempre la funzione prevalente di casa di spiritualità per le suore della Provincia di Roma, oltre che ad essere disponibile per altre accoglienze, nel rispetto della sua fisionomia. Fin dall’ inizio le suore della comunità sono state disponibili a collaborare con la Parrocchia, rendendosi presenti per la liturgia e la catechesi e offrendo la disponibilità dell’ambiente per la Messa vespertina o incontri di preghiera, sia per gruppi di ragazzi e adolescenti che per giovani.

La “casetta” limitrofa alla casa dal 2004 è divenuta “Casa Teresa Gabrieli” per l’accoglienza di giovani lavoratrici o studenti che, insieme alla loro formazione professionale, vogliono compiere un percorso di crescita umana e cristiana accompagnate da una suora. Recentemente, parte della casa, è stata adibita ad ospitare giovani universitarie o lavoratrici provenienti da varie parti d’Italia. La comunità si è resa disponibile anche ad ospitare i pellegrini della “Via Francigena”.

Attualmente la casa continua il servizio di accoglienza per esercizi spirituali, corsi, ritiri, assemblee e dei giovani per incontri e ritiri. È disponibile per gruppi di turisti e di pellegrini e per campi estivi, esclusivamente come spazio per dormire e sostare in autogestione. Vi trovano accoglienza alcune giovani studenti che stanno completando il percorso universitario e ad alcune giovani lavoratrici che oltre a chiedere ospitalità aderiscono ai cammini di crescita umana e spirituali offerti dalle suore.

Visita “virtuale” delle nostre comunità

Seleziona dal menù sottostante la comunità che vuoi visitare e clicca su VAI per visualizzare la pagina collegata!