25 aprile–28 maggio 1995 Le suore di ebola
sei Suore delle Poverelle muoiono per Ebola in Zaire

La spiritualità del quotidiano, fortemente connotata da una dimensione ecclesiale ed universale, trova il suo riferimento in Gesù, missionario del Padre, che non riserva nulla per Sé, ma tutto si dona, in filiale obbedienza e fiducioso abbandono, al volere di Dio. E’ questa la linfa che sostiene la fedeltà quotidiana di tante Poverelle in ogni parte del mondo. E’ questa la forza che sorregge la scelta di Sr Floralba Rondi, Sr Clarangela Ghilardi, Sr Danielangela Sorti, Sr Dinarosa Belleri, Sr Annelvira Ossoli e Sr Vitarosa Zorza di “rimanere” accanto ai fratelli e sorelle congolesi, durante la tragedia di ebola, nel 1995, per continuare ad essere voce di un Popolo dimenticato ed inascoltato.

Le suore di ebola.

“A causa del micidiale virus ebola sei suore delle Poverelle nel maggio 1995, salgono alla ribalta dei giornali e delle TV di tutto il mondo, protagoniste ignare di una pubblicità non cercata, ma divenuta provvidenziale per rodere le coscienze e per far risuonare forte la voce flebile di chi non conta, di chi normalmente non è ascoltato” (Giugno 1995)