1983–95 Il mandato di Madre Gesuelda Paltenghi

Gli ultimi anni del XX secolo, benché registrino un costante e progressivo invecchiamento delle suore, sono per la Congregazione assai fecondi di nuove iniziative. Vengono definiti con sempre maggior chiarezza alcuni criteri in vista del ridimensionamento delle opere gestite dall’Istituto: attenzione ai più poveri e ai bisogni non raggiunti da altre istituzioni; sensibilità verso la Chiesa universale; interventi aperti a tutto campo e non soltanto concentrati in alcuni settori tradizionali; disponibilità ai bisogni più diversi e priorità data alle persone sulle strutture, collaborazione con gli enti pubblici, con il laicato e con il volontariato. Lo stile di vita delle suore tende a connotarsi, almeno come desiderio, secondo la logica della testimonianza comunitaria del Vangelo, dentro la comunità ecclesiale e civile, anche per recuperare, come dice il documento dei Vescovi, “un genere diverso di vita, proprio a partire dalla vita dei poveri”.
Per dare “dimensioni nuove” al mandato carismatico “riservatevi per i più poveri”, si studia un piano di ridimensionamento che, accanto alle chiusure, prevede l’apertura di presenze-segno, che esprimono la forza del carisma pur nel diminuire delle risorse umane.
Attraverso incontri, corsi, assemblee, le suore vengono aiutate ad esprimere un modo di servire più attento alla valutazione qualitativa dei servizi che ad un semplice apprezzamento quantitativo; ci si sostiene e si cerca insieme di esprimere il Carisma attraverso “segni” piccoli ma qualificati, capaci cioè di dire chiaramente, anche nell’attuale contesto scristianizzato, l’amore misericordioso di Dio per i più piccoli e i più poveri. La dimensione missionaria riceve nuovo impulso: le Poverelle raggiungono una nuova Nazione africana, il Malawi (1983) e pongono piede nel Continente latino-americano, Brasile (1989).

Eventi particolari

  • 1983 – si apre la prima comunità in Malawi – Kankao
  • 1986 – centenario della morte del Beato Luigi Palazzolo
  • 1989 – si apre la prima comunità in Brasile – Uniao da Vitoria
  • 1995 – sei suore delle Poverelle muoiono a causa del virus ebola