1977: Associazione laicale Fraternità Don Luigi Palazzolo

La passione per il Signore e il Suo amore per i poveri e gli emarginati che hanno animato la vita e le scelte di Don Luigi Palazzolo e di Madre Teresa Gabrieli hanno trovato eco nella volontà di alcuni laici di dar vita, nel 1977, ad una Associazione laicale denominata “Fraternità Don Luigi Palazzolo”.
Essa non è un gruppo di spiritualità, né una associazione di volontariato, ma persone che, in risposta alla chiamata del Signore e sostenute dalla sorgente interiore della preghiera, scelgono di assumersi in modo pubblico e fraterno l’impegno a vivere il Vangelo della carità secondo le note caratteristiche che il Carisma del Palazzolo delinea e richiede.
Ogni membro della Fraternità si ispira alla famiglia di Nazareth per scoprire nel quotidiano la bellezza e la gioia delle cose semplici e la ricchezza di un amore che si nutre di umiltà e di fedeltà. Contempla in Gesù, ignudo sulla croce, il volto dell’amore di un Dio, Amabile Infinito che provoca a “non dire mai basta” nel quotidiano amare e servire i fratelli.
Guarda alla testimonianza del Palazzolo, di Madre Teresa e di tanti fratelli e sorelle che hanno vissuto nella Chiesa questo Carisma, per imparare a fare del proprio cuore e della propria casa una “casa della misericordia” dove abita la pace, l’armonia, l’accoglienza verso tutti, ma in particolare verso chi è più debole ed ha meno risorse e meno speranza di vita.
A poco a poco, come rami di un albero fecondo, la Fraternità si è diffusa, oltre che in varie regioni d’ Italia, in Congo, Costa d’Avorio, Brasile, Malawi, Kenya, Burkina Faso, Perù, diffondendo un po’ dovunque uno stile di vita e di relazioni che, ponendo al centro la persona nel bisogno, sa farsi “prossimo” con semplicità, tenerezza e coraggio, perché ogni persona incontrata possa essere davvero felice di vivere e ridiventi capace di sognare.