Rivista Charitas: uno spazio per raccontare e conoscere esperienze, eventi, volti

Rivista Charitas: uno spazio per raccontare e conoscere esperienze, eventi, volti

…È APPARSA IN MEZZO A NOI LA TENEREZZA

Condizionate spesso dalla superficialità dei rapporti,dalle illusioni di conquiste facili e a poco prezzo e dalla tentazione di dominare ed asservire gli altri,le nostre esistenze possano di nuovo sperimentare la forza della tenerezza e il gusto di abitare le profondità del vivere umano e cristiano. La strada per fare questo ci viene indicata da alcune provocazioni di Papa Francesco e da un racconto di Fratel Carlo Carretto. Il Figlio di Dio, nella sua incarnazione, ci ha invitato alla rivoluzione della tenerezza; accettando di entrare veramente in contatto con l’esistenza concreta degli altri conosciamo noi pure la forza della tenerezza. Confessare che il Figlio di Dio ha assunto la nostra carne umana significa che ogni persona umana è stata elevata al cuore stesso di Dio. Alcuni abitanti del deserto decisero di trasformare un pezzo di terra, tutta sabbia e morte, in un’oasi verdeggiante. Costruirono canali, ponti e case, ma il miracolo non avvenne. Tutto rimase deserto. Mancava l’acqua. Capirono allora che non bisognava lavorare in superficie, ma scavare in profondità. Cercare l’acqua. Fare un pozzo. La fecondità dell’oasi non dipende da ciò che sta in superfice, ma dal pozzo. Se sgorga l’acqua, tutto si vivifica. La preghiera è ciò che consente di trivellare il deserto spirituale della nostra anima. Quando la comunicazione con la sorgente è riaperta l’’oasi diviene fiorita e accogliente, anche là dove ci sono vissuti dolorosi. Le esperienze sofferte dell’esistenza vi trovano la medicina che dà sollievo. Ecco come dare respiro alla speranza: occorre riaprire il canale che fa affluire l’acqua. Di cuore e per tutti un augurio carico di tenerezza e di evangelico gaudio.
La Redazione

Editoriale Caritas 4-2013

Clicca qui per scaricare l’ultimo numero di Charitas