Anniversario della nascita di Luigi Maria Palazzolo

Anniversario della nascita di Luigi Maria Palazzolo

Contemplando lo scorrere del ruscello lodiamone la fonte

Così Angelo Giuseppe Roncalli, da Sofia, scrive al Papa Pio XI il 13 marzo 1927

B e a t i s s i m o  P a d r e ! Alle preghiere che da molte parti si levano al Vostro trono perché anche a don Luigi Palazzolo sia concessa la esterna glorificazione che la Chiesa tributa ai santi suoi pur la mia si aggiunge, umile, ma fervidissima.

Guardando a questo figlio devotissimo la Santa Madre nostra può ben ripetere: ECCE ODOR FILII MEI SICUT ODOR AGRI PLENI CUI BENEDIXIT DOMINUS. Gli è che là dove stette don Luigi Palazzolo là si é dischiusa una sorgente la cui onda purissima scorre in rivoli lucenti al sole, irrora i campi e porta fiori e frutti di santificazione e di salute. Aveva ben ragione mons. Radini. L’onda é fecondatrice perché é vicina alla sorgente.

P a d r e  S a n t o ! Sia onorato don Luigi Palazzolo, e sarà onorata la sorgente benedetta. Ad essa verranno ad attingere, ancora, ancora, i sacerdoti nostri chiamati alle nuove effusioni dell’apostolato. La gloria di lui, così umile e così grande, sarà edificazione non solo per la diocesi fortunata che lo ebbe fra i suoi figli prediletti, ma per tutta la Chiesa che nella moltiplicazione e glorificazione dei suoi santi ringiovanisce se stessa e si appresta a più vaste e vittoriose affermazioni del Regno di Cristo.